La Storia della Farmacia...

Il punto di partenza cronologico della "Farmacia" è il secolo XIII durante il quale la figura dello speziale si affranca da quella del medico che fino ad allora riuniva in sé le due professioni, stabilendo la diagnosi, la conseguente terapia e approntando i medicamenti necessari. In questa attività il medico era coadiuvato dallo speziale.
A partire dall'anno mille la professione dello speziale cominciò a svolgersi in forme sempre più autonome rispetto al medico fino a quando con il secolo XIII si affermò la piena autonomia professionale degli speziali.


La parola "speziale" deriva  da species (merce rara, spezie), nel mondo antico e fino al Seicento uno dei prodotti commerciali di maggior pregio e valore utili per la preparazione e per la conservazione dei cibi (pepe, noce moscata, zafferano, cannella) e la spezieria era il negozio di spezie. Il rizotomo da riza , radice,e quindi  il preparatore di radici.


Il farmacista esercita l'arte della farmacopea cioè della preparazione dei farmaci.

L'Apoteca invece era la parte della casa in cui si conservavano cibi e vino, insomma un grande ripostiglio.
Con l'avvento di Federico II vennero puntualmente definiti i rapporti tra medici e farmacisti. 
Gli aromatari, che si impegnavano a preparare i medicamenti secondo le disposizioni dei medici, dovevono osservare precise norme circa l'apertura e la chiusura dell'esercizio farmaceutico. 

 

Consigli

RanBaxy

Tutti i diritti sono riservati. I marchi appartengono ai legittimi proprietari. 

Created with Linelabox

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.